Grosseto-Livorno playoff serie D 23/34

Rispondi
Avatar utente
Fabio
Messaggi: 2382
Iscritto il: ven 15 gen 2021, 16:30

Grosseto-Livorno playoff serie D 23/34

Messaggio da Fabio »

Con colpevole ritardo, l'ultima fatica (per fortuna) di Daffo!

Le pagelle di Masochismo Amaranto

Grosseto – Livorno: 3 – 2

Guardiamo il lato positivo: è finita. Ma l'aspetto più inquietante è che potrebbe ricominciare allo stesso modo.

Le pagelle:

Biagini 5,5 – In nove mesi possono succedere tante cose. Ad esempio può nascere un bambino, oppure possono avvicendarsi tre allenatori che schierano tra i pali cinque portieri diversi. Meglio fare bambini, secondo me.

Fancelli 4,5 – Nel primo tempo sembra la vittima sacrificale data in pasto a un branco di lupi. Sbranato.

Ronchi 4,5 – Le cose sono due: o Rinaldini è Ronaldinho o Ronchi è Ronchi. A voi la scelta.

Brenna 5 – Un po’ meglio degli altri compagni di reparto solo perché è più pericoloso in fase offensiva, ma il suo concetto di marcatura è piuttosto rivedibile.

Curcio 4,5 – Da due mesi a questa parte la stagione è andata ufficialmente a puttane e lui forse ha preso un po’ troppo alla lettera questa espressione. Tra notti brave al Penelope e botte di saudade brasiliana ha lasciato perdere la questione difensiva da un pezzo.

Bellini 6,5 – Insieme a Luci ha formato in mezzo al campo l’unico caposaldo di orgoglio in un mare di vergogna. A un certo punto un tizio del Grosseto prova a vincere un contrasto con lui e ci rimette due parastinchi e un malleolo. No pasaran.

Luci 7,5 – Segna ancora a modo suo, cioè con un tiro da fuori, sporco, brutto e cattivo. Passa il resto della gara a prendersela con questi ragazzi di oggi che indossano la maglia amaranto e non sanno nemmeno cosa significhi bestemmiare. Come in un poema cavalleresco ha dato tutto per la causa, anche se la sua è stata spesso una lotta contro i mulini a vento.

Tanasa 5 – Secondo la teoria dell'eterno ritorno ogni evento, dopo aver compiuto il suo ciclo, è destinato a ripetersi all'infinito. Mi ricorda molto la storia tattica della fu Tamara: un continuo errare tra il centrocampo, la difesa e la panchina, per poi ricominciare tutto da capo con un nuovo allenatore. Senza fissa dimora.

Dal 55’ Menga 5 – Utile come uno spazzolino da denti quando devi scrostare un water pieno di merda.

Marinari 5 – E’ la scommessa del mister, il prodotto del vivaio da valorizzare. Visti i risultati della squadra, a oggi non lo vendi nemmeno in offerta all'Eurospin.

Nardi 6,5 – Inizia a giocare nella ripresa, colpendo un palo e smistando assist come fossero pacchi di Amazon. Potevi iniziare a farlo 45 minuti prima però. Anzi no, guarda, hai fatto bene così.

Rossetti 4,5 – Statisticamente ha perso tutti i duelli con Cretella, ma anche quelli con i raccattapalle, con i fari dello stadio, con i pini di Grosseto, con i cani che urinano contro i pini di Grosseto e quella contro le sue stesse gambe. E' fuori condizione da due mesi eppure gioca sempre. Come direbbe Tiziano Ferro: io non me lo so spiegare.

Dal 76' Frati 7,5 – In meno di venti minuti fa gol, prende una traversa, e sfiora la rete del 3 a 3 almeno in un paio di occasioni. In pratica fa tutto quello non hanno fatto gli altri quindici attaccanti provati in questa stagione. Peccato invece che tre allenatori in un anno non sono stati in grado di fare l'unica cosa che avrebbero dovuto fare: metterlo in campo subito.

All. Pascali 5 – Voleva una partita maschia e i suoi ragazzi invece hanno dato alla luce una femmina, sfiorando la parità di genere e di risultato soltanto nel finale. La strada per i diritti è ancora lunga. Quella per la serie C pure.
Immagine
= There is always hope =
Rispondi

Torna a “Pagelle e Commenti”